Cenni sui grassi semplici e complessi

0

GRASSI SEMPLICI E GRASSI COMPLESSI

Di seguito una definizione semplice per comprendere la differenza tra le due tipologie di grassi.

I grassi semplici o non saponificabili sono composti organici naturalmente presenti negli alimenti:

  • Alcoli: sono i responsabili dell’Aroma tipico dei cibi. Ad esempio gli oli essenziali come il mentolo, citronellolo… gli alcoli più “famosi” sono il metanolo e l’etanolo.
  • Steroli: divisi in zoosteroli ad esempio il colesterolo e il calciferolo (varie forme di vitamina D) e in fitosteroli contenuti soprattutto in alcuni oli da condimento, negli ortaggi, nei legumi e nella frutta.
  • Tocoferoli: altrimenti conosciuti con il nome di vitamina E. Sono presenti negli oli vegetali e negli ortaggi.
  • Idrocarburi: importante ricordare che le cotture violente e ad altissima temperatura danno luogo alla formazione di idrocarburi aromativi polinucleati assolutamente nocivi.

I grassi complessi o saponificabili sono utili per l’apporto energetico e si differenziano in saturi e insaturi.
I SATURI derivano principalmente dagli alimenti di tipo animale e sono questi i lipidi responsabili dell’innalzamento del colesterolo LDL e dell’insorgenza di malattie cardiovascolari.

GLI INSATURI derivano principalmente dagli alimenti di tipo vegetale e sono suddivisi in:

  • Monoinsaturi contenuti principalmente nell’olio extra vergine di oliva
  • Polinsaturi contenuti soprattutto negli oli da condimento, nella frutta secca, nel pesce azzurro e nell’olio di pesce. Appartengono alla famiglia degli Omega 3 e Omega 6 e sono importantissimi per il nostro organismo

Cerchiamo quindi di limitare l’uso di grassi come l’olio di palma e di favorire l’olio extravergine di oliva.

Condividi