La Farina

0

La farina è il prodotto alimentare che si ottiene dalla macinazione di cereali o di altri vegetali. Esistono numerosissimi tipi diversi di farina, da quella di grano a quella di kamut, mais o grano saraceno, di cui la più diffusa è sicuramente quella di frumento (in particolare grano tenero), che risulta la più indicata per la preparazione di pane, pizza, dolci e tanti altri alimenti.

Il frumento, chiamato anche tritico, è il cereale più coltivato al mondo e grazie alla sua macinazione siamo in grado di ottenere la farina integrale. A partire da questo tipo di farina, attraverso diversi processi di raffinazione (abburattamento), si ottengono farine più o meno lontane da quella originaria integrale. Il grado di abburattamento misura la percentuale di minerali e di crusca presenti nella farina, e in base a questa classificazione, le farine si dividono in farine di grano 00, 0, 1, 2 e integrale.

  • Farina 00: è la farina più raffinata di tutte, alla quale vengono tolti tutti i migliori nutrimenti. Il colore bianco è dovuto all’assenza di crusca e semola, poiché è formata principalmente da amido e da proteine.
  • Farina 0: è un po’ meno raffinata della precedente e contiene una minima parte di crusca, è ideale per la produzione di grissini o biscotti.
  • Farina 1: migliore delle precedenti, è soggetta a meno raffinazione e contiene più crusca.
  • Farina 2: raffinata molto poco, è ideale per la produzione di pane, ed è una buonissima via di mezzo per chi non è disposto a usare la farina integrale.
  • Farina integrale: data dalla macinazione del chicco intero, è sicuramente la migliore tra quelle elencate in precedenza. Il colore scuro è dato dalla presenza di crusca (la parte esterna del chicco) ed è quella più completa a livello nutrizionale.

ALTRI TIPI DI FARINA:

  • Farina di mais: ricca di carotenoidi ad azione antiossidante. Viene usata soprattutto per la produzione di polenta, ma è molto utile anche nella preparazione di tortillas, piadine o alcuni dolci.
  • Farina di castagne: detta anche farina dolce, non ha glutine. Oggi viene usata poco in cucina, ma esistono numerose ricette che la utilizzano (il castagnaccio).
  • Farina di Kamut: presenta un elevato valore energetico e calorico (ideale per gli sportivi e i bambini). Contiene inoltre alti valori nutrizionali in quanto ricca di magnesio, zinco, vitamina E, e lipidi.
  • Farina di riso: esiste anche integrale, è composta principalmente da amido (è meno grassa rispetto a quella di frumento, tuttavia i valori nutrizionali sono pressoché uguali). Viene usata largamente nei prodotti senza glutine.
Condividi