I Piselli e le loro proprietà

0

I piselli sono una pianta erbacea annuale appartenente alla stessa famiglia delle leguminose (Fabaceae) e sono distinti in quattro categorie principali in base al periodo di maturazione. Sono molto facili da coltivare ma purtroppo non rimangono freschi a lungo dopo il raccolto e avendo un discreto contenuto di purine non sono indicati per gli uremici e i gottosi, nonostante questo, per le persone che non hanno di questi problemi, sono un ottimo alimento.

I piselli apportano un notevole beneficio alla nostra salute infatti sono a basso contenuto di grassi, contengono proteine, fibre e micronutrienti. Non trascurabili sono le quantità di antiossidanti come i polifenoli e i flavonoidi, che sappiamo avere un effetto anti invecchiamento. Troviamo anche la vitamina C, la vitamina E, l’acido folico molto importante per le donne in gravidanza e la vitamina K che concorre nel fissare il calcio alle ossa.

Tra i legumi sono quelli con la maggior quantità di acqua e questo li rende degli ottimi diuretici, sono anche utili nelle diete perché danno un buon grado di sazietà.

I piselli hanno effetti benefici anche per la salute dell’intestino ne migliorano infatti la peristalsi, e contenendo la niacina aiutano ad abbassare il colesterolo e i trigliceridi.

I piselli li possiamo reperire fuori stagione:

  • Secchi: dopo un breve ammollo sono indicati per minestre e zuppe.
  • In scatola: sono molto pratici però sono carenti di proprietà nutritive a causa dei processi di lavorazione subiti, è consigliato sciacquarli abbondantemente.
  • Surgelati: quelli di misura più piccola mantengono bene il sapore, e le proprietà nutritive sono simili a quelle dei piselli freschi.

Sono moltissime le varietà coltivate in gran parte del mondo in special modo in Canada, Stati Uniti, Europa, Cina, India e Russia e numerose sono le pietanze che possiamo preparare con essi dalle minestre alle zuppe, ai primi piatti come ad esempio “risi e bisi” tipica pietanza del Veneto, oppure possono accompagnare i nostri secondi piatti.

Li possiamo trovare freschi da maggio ad ottobre considerando il fatto che esistono le varietà precoci (maggio-giugno) e poi a seguire fino a ottobre novembre con le varietà semi-precoci intermedie e tardive, approfittiamo di questo ottimo legume che la natura ci mette a disposizione per buona parte dell’anno.

Condividi